Ginnastica in gravidanza

ginnastica in gravidanza

La ginnastica in gravidanza può creare qualche problema alla mamma e al bambino? ce lo chiedete spesso.
L’attività fisica in generale per qualsiasi persona è salutare solo se fatta periodicamente, costantemente e adeguatamente al proprio fisico. Anche in un periodo unico come la Gravidanza, la ginnastica fa parte di uno stile di vita salutare per la mamma e per il bambino, se fatta in maniera moderata e sempre adeguata al proprio fisico. Lo Yoga, il nuoto, le camminate e la ginnastica posturale sono consigliate e apportano numerosi benefici riscontrabili sia nella quotidianità del periodo gestazionale, sia durante il parto.

Fare ginnastica in gravidanza
  • aiuta a tenere sotto controllo il peso corporeo;
  • Può prevenire l’incontinenza urinaria;
  • Può prevenire l’ipertensione e il diabete gestazionale;
  • Contribuisce a presentarsi fisicamente in forma al parto;
  • Migliora l’attività intestinale e la circolazione sanguigna;
  • Aiuta a prevenire edemi, crampi alle gambe, affaticamento, dolori alla schiena, nausea e vene varicose;
  • Può aiutare a mantenere e migliorare la performance cardiovascolare, forza e resistenza muscolare, postura corretta, senso di benessere;
  • La ginnastica in gravidanza riduce la probabilità di soffrire di Depressione Post-Partum;
  • Aiuta a rilassarsi e a scaricare la tensione nervosa.

Nessun evento fisiologico determina tanti mutamenti a livello fisico come la Gravidanza ed essa stessa è un fattore allenante per il nostro corpo. Basta pensare agli importanti adattamenti che devono compiere il nostro sistema circolatorio e muscolare con l’aumento del peso. Per questo è importate mantenere adeguati massa e tono muscolare.
Un’altra importante modificazione con la comparsa del pancione è quella posturale. Il baricentro corporeo infatti si sposta in avanti, i muscoli dell’addome si stirano, i legamenti si ammorbidiscono aumentando la fisiologica curva lombare con conseguente spostamento indietro delle spalle e in avanti del collo. Tutto ciò genera un maggior carico alla struttura muscolo legamentosa della schiena, causando mal di schiena sopratutto nella zona lombo sacrale.

Per scoprire il nostro Corso di preparazione al parto clicca qui.

La ginnastica in gravidanza può essere praticata da tutte le donne incinte, tranne in situazioni particolari come gravidanze a rischio. Da sottolineare che sarà strettamente individuale il lavoro fisico svolto, cioè la forma attraverso la quale verrà fatta. Ogni mamma ha bisogno di un allenamento adeguato, fatto su misura, tenendo conto del consiglio medico ginecologo, delle capacità della donna, dello stato allenante della donna e di come si sente nel momento dell’esecuzione dell’esercizio.

Il programma di ginnastica in gravidanza

deve avere come obiettivo quello di aiutare la mamma e il bambino a mantenere il migliore stato di salute possibile, in modo da poter vivere la gravidanza serenamente.
Per la ginnastica in gravidanza ci sono delle linee guida da seguire, ad esempio le sessioni di allenamento devono iniziare con un riscaldamento e terminare con un periodo di recupero adeguato e di stretching leggero. Devono essere inoltre abbastanza brevi per evitare insorgenza di ipoglicemia e fatica e gli esercizi devono essere eseguiti con una corretta respirazione, mai in apnea. Sono sconsigliate invece attività ad alto rischio come ginnastica artistica, arrampicata, attività in cui ci sono sbalzi di pressione come nel sub e sport di combattimento o di contatto.

Per scoprire il nostro Corso di preparazione al parto clicca qui.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *